California, quando il cognome ispanico era un problema

L'Università del Michigan ha scoperto uno scheletro nell'armadio nello stato della California, ossia quello della sterilizzazione massiccia di pazienti con cognomi ispanici.
Gli ospiti delle strutture psichiatriche sottoposte a tale pratica erano soprattutto originari del Messico e con limitate risorse economiche.

Nel 1909 la California fu il secondo stato degli Stati Uniti ad emanare una legge di sterilizzazione che rimase in vigore fino al 1979.
Come riporta lo studio, nel 1921 aveva realizzato l'80% dei casi di sterilizzazione forzata a livello nazionale. Le 20.000 sterilizzazioni della California sono state praticate in istituti psichiatrici sugli allora chiamati "deboli di mente".

Solo nella Pacifico Colony (istituto per persone con basso quoziente intellettivo) sono state effettuate 2.000 procedure. Tra il 1922 e il 1952, il 23% delle richieste di sterilizzazione nella stessa Pacifico Colony ha interessato i pazienti con cognomi ispanici.
In alcuni anni la percentuale ha superato il 30%, e nel 1939 è arrivata al 36%.
18 giugno 2013 - Articolo tratto da Atlasweb.it

LEGGI TUTTE LE NEWS

NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook