Prima il nome e poi il cognome: la firma secondo la tradizione italiana

Si scrive prima il nome o il cognome?
La questione è semplice: quando si firma un documento, si scrive prima il nome e poi il cognome o viceversa?
Gli esperti in materia non hanno alcun dubbio: seguendo una bellissima tradizione italiana, si deve sempre firmare prima con il nome e poi con il cognome. Nel caso fosse presente un secondo nome, andrà inserito fra il nome e il cognome.

Ma qualche eccezione è prevista.
In via del tutto eccezionale, nelle bibliografie si scrive prima il cognome e poi il nome, separato da una virgola.
O ancora, si potrà firmare o indicare prima il cognome in elenchi speciali, in cui sia necessario ricorrere all’ordine alfabetico (vedi per esempio gli elenchi telefonici o i fogli delle firme di presenza all’università).
E per tutti quegli impiegati comunali saccentoni che pretendono come legge di stato che si firmi prima con il cognome e poi con il nome, sappiate che lo stesso Codice Civile prevede che si firmi prima con il nome e poi con il cognome.
2 ottobre 2011 - Articolo tratto da Apollodoro.it
2 Ottobre 2011

LEGGI TUTTE LE NEWS

NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook