Fabbri e Rossi i cognomi più diffusi in Emilia-Romagna

Cambia la fantasia di scelta dei nomi in Emilia-Romagna: a farla da padroni Matteo, Giulia, Alessandro, Sara, Luca e Martina. La tradizione dei nomi religiosi, o ateisti, derivanti dalla politica o inventati, va lentamente scemando. I più caratteristici: Scioperino, Primomaggio, Controguerra, Lenino o i più classici Santina e Palmiro, contrapposti ad Atea e Benito. Per quanto riguarda i cognomi più frequenti, sul podio si piazzano Ferrari, Rossi e Fabbri.

Lo studio di Enzo Caffarelli, docente dell'Università di Roma2, pubblicata dal Corriere Romagna, ripercorre le tendenze degli ultimi 2 secoli, che vedono le tendenze dell'Emila-Romagna, coincidere con quelle nazionali. Nel secolo scorso ai primi posti si trovavano Giuseppe, Giovanni e Mario e Maria, Anna e Paola. Nel 21esimo secolo si è passati a Matteo, Alessandro e Lorenzo e Giulia, Sara e Martina, da non dimenticare la presenza sempre più consistente di nomi stranieri, tra i quali Mohamed, Hamza, Ikram e Basma. Tra i nomi più curiosi si annoverano: Bluetta, Effimero, Frangiotto, Redesilda, Termine, Vivilda.

14 aprile 2008 - Articolo tratto da RomagnaOggi.it
14 aprile 2008

LEGGI TUTTE LE NEWS

NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook